Colatura di Alici di Cetara 50 ml

16,00

Inebriatevi di profumi e sapori.

Disponibile (ordinabile)

COD: 10450312637 Categoria: Produttore:

Descrizione

La coltura di alici di Cetara nasce per essere l’ insaporitore per eccellenza. Essa è il risultato di una lunga attesa (18 mesi ed oltre) del lento maturare delle alici appena pescate (rigorosamente 100% amalfitane), private della testa e delle interiora, disposte a strati in dei “terzini” (la terza parte di botti di rovere) dove si alternano le alici ed il sale, chiusi infine da un coperchio ove sono riposti dei pesi via via minori col trascorrere del tempo.

Di colore ambrato e dal gusto equilibrato anche se deciso presenta all’olfatto un ricco bouquet di profumi intensi legati al mediterraneo.

Formato: 50 ml.

 

Curiosità

Le origini della Colatura risalgono ad oltre due millenni orsono. Essa, infatti, è figlia del “garum romano” che si ritiene, fosse già diffuso fra gli antichi guerrieri druidi dove veniva distribuito ai soldati come sostanza corroborante prima delle battaglie e tale uso ne fecero inizialmente anche i romani durante la conquista dell’impero. Successivamente divenne un insaporitore. Dopo che andò perduta per alcuni secoli, tale ricetta ricomparve, nel medioevo, lungo le coste amalfitane ripresa da alcuni gruppi monastici, i quali ad agosto erano soliti conservare sotto sale le alici in botti di legno con le doghe scollate e poste in mezzo a due travi, dette mbuosti; sotto l’azione del sale, le alici perdevano liquidi che fuoriuscivano tra le fessure delle botti. Questo procedimento si diffuse poi tra la popolazione della costa, che la perfezionò con l’utilizzo di cappucci di lana per filtrare la salamoia.

Consigli

Info Produttore

Acquapazza Gourmet è una piccola azienda artigianale nata a Cetara da 5 soci uniti dalla passione per la tradizione legata ai prodotti del mare. Il pittoresco borgo marinaro di Cetara lascia già intravedere i valori e la semplicità di questa gente, e sono proprio queste le qualità che ritroviamo nei prodotti gourmet e nella cucina del ristorante AcquaPazza. La dedizione, il rispetto per le materie prime e la caparbietà tipica dei “Marinari” hanno spronato e spronano ancora oggi Acquapazza a preparare i loro prodotti allo stesso modo in cui venivano preparati sin dai tempi dei Romani queste prelibatezze uniche nel loro genere.