ARIS Cirò DOC

13,00

Un grande rosso bevibile ed elegante dove la percezione tattile dell’uva è decisiva per il risultato finale.

Disponibile (ordinabile)

COD: 10740124720 Categoria: Produttore:

Descrizione

ARIS Cirò DOC: quintessenza Cirotana.

Un vino dal naso acquarellato, elegante e fresco nei profumi ma già complesso, fruttini rossi, cipria, tabacco e qualche accenno di spezie nobili che va a strizzare l’occhio a territori d’Oltralpe di ben altra tradizione. In bocca è vino di corpo ma mai caldo, il tannino importante ma perfettamente integrato, una polpa che stupisce, la sapidità che ti aspetti e un finale fresco e lungo. Una conferma sui livelli dell’annata precedente, in cui è stata forse la new entry vinicola della stagione, se non appena sopra.

L’arcinota Jancis Robinson, il più celebre e influente critico britannico, che già conosceva i vini calabresi, ha speso parole di elogio sull’ARIS 2010.

Una curiosità: messo alla cieca, la maggior parte dei degustatori lo collocano nel nord Piemonte, tra Boca e Gattinara.

Il 2011 è stata un’annata più generosa e accessibile, ma senza prescindere dalla trama tannica. Probabilmente un vino meno cerebrale e più godibile del 2010.

Occhio che non è filtrato, e quindi ha un po’ di residui in sospensione. Ma voi degustate con la bocca e non gli occhi.

Informazioni tecniche

Territorio

Cirò Marina, Calabria

Anno

2011

Uve

100% Gaglioppo Organic

Affinamento

Acciaio 18 mesi, Bottiglia 3 mesi

Età delle Vigne

Grado Alcolico

14 % Vol.

Formato

Info Produttore

La nostra azienda, inizia a Cirò nel 1880 con il bisnonno Peppe, avendo forte passione per la coltivazione della vite e grande spirito di sacrificio, con semplici attrezzi agricoli, lavorava la terra e trasportava il raccolto con cavalli ed asini.

Nostro padre Peppe, nato nel 1931, già a 9 anni a fianco di suo nonno nella coltivazione della vigna, ereditò da lui esperienza e tecnica di vignaiolo, divenendo ben presto innestatore e coltivatore di viti (sono centinaia di ettari di viti innestate da lui con successo nel corso della sua gioventù) nonché qualificato produttore di vino rosso genuino, ricavato da propria uva “gaglioppo” tipica della zona.

Aprì nel 1973 una sua cantina, continuando le attività di produzione e vendita di vino sfuso, soddisfacendo così le richieste dei clienti sempre più numerosi ed esigenti. Dal 2009, dopo lavori di ammodernamento della cantina paterna, io, Sergio, e mio fratello Francesco, coadiuvati da papà, abbiamo avviato l’imbottigliamento del nostro vino. Produciamo sinora un Cirò rosso classico superiore “Aris” ed un rosato “Il Marinetto”, essi nascono da vigneti esclusivamente biologici, di cui due ettari coltivati ad alberello a bassa resa, 60/70ql per ettaro (un ettaro impiantato nel 1945, l’altro nel 1980), invece circa due ettari sono stati impiantati nel 2005 a cordone speronato.